Pompei_OsannaAlla Biblioteca cantonale di Bellinzona il prof. Massimo Osanna, Soprintendente speciale per l'area archeologica di Ercolano, Pompei e Stabia, ha tenuto una conferenza dal titolo "Pompei: un grande progetto per la conoscenza, la conservazione e la valorizzazione". Di fronte al numeroso pubblico il prof. Osanna (a destra nella foto) ha presentato il nuovo "Grande Progetto Pompei" (così si chiama l'iniziativa finanziata dall’Unione Europea e dallo Stato Italiano con 105 milioni di euro). Con questo progetto ci si propone non solo di fermare il degrado dell'antica città, ma di rilanciare il sito archeologico per quanto attiene alla messa in sicurezza, alla manutenzione ordinaria (che realmente sia tale), all'esplorazione scientifica pure delle aree ancora sepolte e alla fruibilità sia per i turisti più frettolosi sia per i visitatori più attenti. Con il ricorso a archeologi, architetti e ingegneri (ma anche a una gestione oculata del personale sorvegliante) vengono attuate diverse misure che consentiranno di ridurre gli inconvenienti che finora risultavano dalla chiusura di zone e di domus non visitabili. Un nuovo sistema di rotazione delle domus aperte e di quelle chiuse permetterà agli appassionati di visitare sull'arco di una stessa giornata un numero sensibilmente superiore di edifici, su percorsi che saranno accessibili anche alle persone con problemi motori. Pure l'offerta espositiva sarà migliorata sul posto. Al termine della conferenza il prof. Osanna ha risposto alle domande del pubblico: tra i temi toccati, quello dei vari periodi che (sin dal Settecento) hanno contraddistinto la storia degli scavi di Pompei, nonché il rapporto con il Museo archeologico nazionale di Napoli dove, per scelte del passato, si trovano molti affreschi e altri reperti provenienti da Pompei. La serata è stata conclusa dal nostro presidente, prof. Gemelli (a sinistra nella foto), con i ringraziamenti al prof. Osanna, al pubblico presente e alla Biblioteca cantonale che ha collaborato nell'organizzazione. [AJ]

Osanna

commons.wikimedia.org/wiki/File:Pompeii_Forum.JPG 

 

 

2018  www.culturaclassica.ch