Mastrocinque amuletoMastrocinque sitoPresso la Biblioteca cantonale di Lugano il prof. Attilio Mastrocinque, dell’Università di Verona, ha presentato al pubblico alcuni risultati delle sue ricerche sugli amuleti magici di epoca imperiale, con particolare riferimento alla sua recente pubblicazione Les intailles magiques du département des Monnaies, Médailles et Antiques (Parigi, Éditions de la Bibliothèque nationale de France, 2014). La conferenza (dal titolo Historiolae magiche. Racconti efficaci contro le malattie su amuleti magici di epoca imperiale) è stata l’occasione, anche per chi si considera profano rispetto al tema della serata, di confrontarsi con una realtà in cui magia e medicina, religione e superstizione, paganesimo e cristianesimo convivono e si sovrappongono: gli amuleti magici del periodo considerato (dal II al VI d.C.) ne sono una viva testimonianza. Il prof. Mastrocinque ha presentato diversi amuleti concernenti in particolare le magie riguardanti il sangue, illustrando i problemi interpretativi posti sia dalle raffigurazioni sia dai testi con cui si voleva ottenere un effetto di guarigione. In conclusione, il relatore ha messo in evidenza come i testi e le formule degli amuleti, le cui proprietà magiche dovrebbero controllare le perdite di sangue, non vanno considerati solo come historiolae: conviene interpretarli nel contesto del rito che ad essi si riferisce. [AJ]

 

 

2018  www.culturaclassica.ch