Biblioteca Cantonale di Lugano

in collaborazione con la
Associazione Italiana di Cultura Classica
Delegazione della Svizzera Italiana

INVITO
alla conferenza pubblica del Professor Salvatore Settis
della Scuola Normale Superiore di Pisa

La nascita
della storia dell’arte in Grecia


Giovedì, 21 novembre 2013, ore 18.00

Sala Tami, Biblioteca cantonale di Lugano




Segue rinfresco.


Ci portiamo la Grecia in testa, soprattutto perché siamo figli di questa civiltà.
(Salvatore Settis)

Narrare la storia dell'arte non è ovvio. Tutte le civiltà umane hanno prodotto "arte", ben poche hanno creato anche una narrazione storica degli eventi, dei protagonisti, delle opere d'arte. È solo dal primo Ottocento che la "storia dell'arte" è una disciplina riconosciuta come tale. La storia dell'arte, come la conosciamo, ha una genealogia a tutti nota: viene dal Rinascimento italiano, Vasari e prima di lui Ghiberti. Meno nota è la "preistoria" della storia dell'arte, la sua origine nella Grecia del IV-III secolo a.C. Eppure senza questo antefatto, e senza la mediazione di Plinio il Vecchio, non si potrebbe spiegare la (ri)nascita della storia dell'arte nel Quattro e Cinquecento. Ripercorrere la nascita (in Grecia) della storia dell'arte aiuta a comprenderne alcune caratteristiche, che in parte durano fino ad oggi.


Salvatore Settis ha diretto a Los Angeles il Getty Research Institute (1994-99) e a Pisa la Scuola Normale Superiore (1999-2010). È stato presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali (2007-2009) e tra i founding members di European Research Council. I suoi interessi di ricerca includono temi di storia dell'arte antica e post-antica nonché di orientamento e politica culturale. Ha curato alcune opere collettive, fra cui Memoria dell'Antico nell'arte italiana, voll. 1-3, Torino 1984-86; Storia della Calabria antica, Roma 1987-1991; Civiltà dei Romani, Milano 1990-1994; I Greci. Storia, arte, cultura, società, voll. 1-6, Torino 1995-2002. Per l'editore Panini dirige la collana Mirabilia Italiae. È membro dell’Accademia dei Lincei, dell’Accademia delle Scienze di Torino, dell’Istituto Veneto, dell’American Philosophical Society di Philadelphia, dell’American Academy of Arts and Sciences e delle Accademie di Francia, di Berlino, di Baviera e del Belgio. Ha tenuto le Isaiah Berlin Lectures all’Ashmolean Museum di Oxford e le Mellon Lectures alla National Gallery di Washington, e ha avuto la Cátedra del Museo del Prado a Madrid. È presidente del Consiglio Scientifico del Louvre.

 
2018  www.culturaclassica.ch