Biblioteca Cantonale di Lugano

in collaborazione con la

Associazione Italiana di Cultura Classica

Delegazione della Svizzera Italiana

 

INVITO

 

alla conferenza pubblica del Prof. Paolo Zellini

(Dipartimento di Matematica, Università di Roma Tor Vergata)

 

MATEMATICA E LOGOS

 

Giovedì, 22 novembre 2012, ore 18.00

Sala Tami, Biblioteca Cantonale

Viale Cattaneo 6 - Lugano

 

 

 

Quello di logos è un concetto centrale che ha segnato tutte le forme di pensiero in Occidente, fin da quando i primi filosofi greci iniziarono a parlarne. Al logos si possono però attribuire diversi significati, e la traduzione di questo termine rischia talvolta di deformarne o di restringerne indebitamente il senso complessivo. Per recuperare la ricchezza semantica del logos, nelle varie sfumature che gli venivano presumibilmente associate nel pensiero antico, conviene allora tener conto della sua relazione con specifici concetti matematici, come quello di numero e di rapporto, e tentare di approfondire il valore e le implicazioni, spesso sorprendenti, di questa relazione. Il tentativo appare plausibile se solo si tiene conto delle fonti più antiche: già in Omero, in Esiodo e nei Tragici greci si trovano accenni al possibile legame tra numero e logos. Un legame a cui rimandano pure, implicitamente, i concetti di numero, di algoritmo e di enumerazione negli sviluppi della scienza dell’ultimo secolo.

Paolo Zellini, matematico di formazione, ha insegnato e svolto attività di ricerca a Pisa, negli Stati Uniti e a Roma, dove è ora professore ordinario di Analisi Numerica presso il Dipartimento di Matematica dell’Università di Tor Vergata. I suoi contributi scientifici, apparsi sulle più importanti riviste internazionali, sono nel settore dell’algebra lineare numerica, della complessità degli algoritmi e dell’ottimizzazione numerica. Si è pure interessato al significato delle sue ricerche per una storia della matematica e, più in generale, per una storia delle idee. Ha pubblicato presso l’editore Adelphi Breve storia dell’infinito, 1980 (7 edizioni e vincitore del Premio Viareggio per la saggistica 1980), La ribellione del numero, 1985, Gnomon, una indagine sul numero, 1999 e Numero e logos, 2010. Una parte dei suoi scritti sono apparsi anche in spagnolo, inglese, tedesco e turco.
 

 

 


 

2018  www.culturaclassica.ch